venerdì 11 febbraio 2011

Qualcosa per me: Silky Baktus

Tengo sempre aggiornato il mio account su Ravelry, anche perchè lo uso per tenere nota dei miei lavori e non solo... ci organizzo tutta la mia maglia! Filati, modelli, amici, ispirazione... e non ho più scritto sul blog, anche se in questo ultimo periodo sono stata molto attiva con vari progetti di maglia. Ho provato nuovi filati, ho preparato regali per le feste, sono riuscita anche (finalmente!) a knittare qualcosa per me :)

Conservavo dalla scorsa primavera due preziose matassine di Malabrigo Silky Merino:

Seguendo il consiglio di Patrizia, le ho utilizzate TUTTE per farmi un Baktus.

Il modello è molto elementare, ma mi piace il principio con cui è costruito: iniziare con poche maglie e aumentare fino a terminare il primo gomitolo, quindi iniziare il secondo gomitolo e diminuire fino a ritornare al numero di maglie con il quale si era iniziato. Finito il filato, finito il progetto!




Con due gomitoli di qualsiasi filato, si può fare un baktus, senza preoccuparsi di tensione e lunghezza, e praticamente senza avanzi.


Il progetto è ottimo per i principianti che vogliono fare pratica con aumenti e diminuzioni e anche per chi, come me, si vuole "allenare" con il continental. Inoltre si presta a un'infinità di varianti.


L'effetto finale non mi fa impazzire, forse perchè il legaccio non mi ha mai troppo entusiasmato e immagino che l'avrei prefertito a maglia rasata (ma temevo i rotolini laterali).


Lo trovo comunque estremamente comodo e piacevole da indossare e lo metto molto spesso al posto delle solite sciarpe.


9 commenti:

ornella ha detto...

Complimenti per il tuo baktus, ne ho eseguito uno anch'io e devo dire che l'ho usato con piacere e ho ricevuto simpatici complimenti... osservando il tuo pero', ho notato che la lana morbida che tu hai usato, offre un effetto piu' drappeggiante... forse io ho usato un filato troppo grosso, che è andato bene per questo inverno ma ora per andare incontro alla primavera, avrei bisogno di uno piu' leggero.

Cerchero' la lana, che poi è il mio passatempo preferito, e iniziero'.
Grazie per la condivisione, un abbraccio ornella

Alessia ha detto...

Il filato che ho usato è per metà seta e, in effetti, ottimo anche per la primavera! :)

stria ha detto...

E' veramente carino ma imbranata come sono dovrei avere le indicazioni in italiano.Sono anni che prendo in mano i ferri e affrontare "anche" l'inglese è troppo! E' possibile trovarle la traduzione? Grazie, ciao
daniela

stria ha detto...

Sono sempre io...Ho sbagliato a scrivere...
Sono anni che NON prendo in mano i ferri...

Alessia ha detto...

@stria
le indicazioni per il baktus sono veramente minime: 3 righe per gli aumenti e tre righe per le diminuzioni. Potrebbe essere il modello giusto per iniziare a "fare la maglia in inglese"!

Ti basta un piccolo dizionario tipo questo:
http://www.unfilodi.com/dovetrovarebuoneidee/bettas-knitionary.html
...e la traduzione è presto fatta!

Per il baktus, poi, i termini chiave da tradurre sono pochissimi:
cast on (monta le maglie)
knit (lavora a diritto)
YO (gettato)
knit 2 together (2 maglie insieme a diritto)
bind off (chiudi)

stria ha detto...

Ok, lo devo proprio provare! Grazie

Catia71 ha detto...

Il morbo del Baktus ha colpito anche me.... non lavoro spesso i ferri ma la somplicità di questo lavoro mi ha contagiata... sono quasi alla fine.
Sono partita da 4 maglie e sono arrivata a 70, poi ho iniziato a diminuire. Ho comprato due gomitoli di lana grossa da 2 etti ciascuno, con il primo sono arrivata poco oltre la metà. Non vedo l'ora di sfoggiarlo con orgoglio!!!!!

nadia ha detto...

ciao, sono abbastanza alle prime armi con i ferri ma questo progetto mi sembra potrebbe essere fattibile anche per me, mi piace davvero molto l'effetto finale! potresti dirmi quanto pesavano le tue matassine e che ferri hai usato?

grazie

Creazioni di Tiziana ha detto...

Salve Alessia, sto provando a fare il Baktus,a maglia rasata (non so se chiama così un ferro a diritto e uno a rovescio), ma si arriccia i lati, ho provato a nche a fare un bordino a punto riso, ma il risultato non cambia, mi puoi aiutare per eliminare il problema dei rotolni di lato?
Grazie da Tiziana

p.s.uso lana mondial che si lavora con i ferri n°4