giovedì 25 gennaio 2007

Maglia per bambini

Il mese scorso, all'inaugurazione della nuova libreria sotto casa, ho trovato questo:

Mara Antonaccio, "Maglia per bambini. schemi e modelli", Giunti (collana "Creare classic").

Ci sono 21 modelli di maglioni (a volte al modello vengono abbinati cappellino o scarpine) ed ognuno ha istruzioni per circa 5 taglie diverse; modelli adatti a bimbi dalla nascita fno a 18 o 24 mesi e poi modelli per bimbi dai 2 fino ai 10, 12, 14 anni! Mi piacciono praticamente tutti i modelli: sono fantasiosi, colorati, in genere di media difficoltà (semplici ma sfiziosi!) e sono tentata di farne diversi... Per me che ho un bimbo di due anni e tanti amici con bimbi piccoli o in arrivo, sarà sicuramente un libro da sfruttare fino in fondo!!!

8 commenti:

Diamanterosa ha detto...

Niente male. Mi piace questo posto, mi sa che tornerò spesso. ma dimmi, sei riuscita a fare i guanti? Io ci perdo il sonno. Le moffole, magari, non avresti una spiegazione facilissima per me?Grazie, a tonnellate.
Laura.

Typesetter ha detto...

Diamanterosa, quelle della pubblicazione sono spiegate piuttosto bene, direi che puoi usare quello schema (anzi, sono due schemi di moffole e uno di guanti con le dita). Altrimenti, puoi fare le moffole di testa tua: misura la circonferenza della tua mano attorno alle ultime nocche (quelle dell'attaccatura delle dita), fai un campione della lana che vuoi usare per calcolare quanti punti hai per pollice (o, se preferisci, due centimetri e mezzo). Calcola diametro della mano in centimetri diviso 2,5 per numero di punti. Questi sono i punti che devi montare sui ferri a due punte. Lavora a coste (1×1 o 2×2 o come preferisci, aggiuta il numero di punti se necessario) per circa sei centimetri, poi inizia a lavorare a maglia rasatafinché non arrivi all'altezza della base del pollice. A questo punto prendi un pezzetto di lana avanzata e, in corrispondenza del pollice, sospendi la lavorazioe con la lana giusta e lavora qualche punto (circa due centimetri, vedi un po' tu quanto è grande il tuo pollice!) con la lana di scarto, poi ripassa i punti sul ferro sinsitro e rilavorali con la lana buona. Prosegui a lavorare finché la manopola arriva alla fine del tuo dito mignolo e comincia a calare: a ogni giro cala un punto alla fine di ogni ferro. Quando ti rimangono 6 punti, raggruppali con il filo tagliato e tira. Per fare il pollice, togli il filo di lana di scarto che hai lavorato nella manopola, prendendo su i punti con tre ferri a due punte e aggiungendo due punti, uno per lato. Lavora in tondo fino a quando non arrivi alla punta del pollice e chiudi come per la punta della manopola. Fanne una per la mano destra e una simmetrica per la mano snisitra.

Alessia ha detto...

Non ho ancora provato a fare i guanti di questi schemi, ma in passato ho fatto delle moffole carine, da sola, senza seguire modelli (più o meno con il procedimento che spiega Typesetter).
Realizzare le moffole è più semplice di quello che sembra, ed i suggerimenti di Typesetter mi sembrano ottimi per iniziare!

Anonimo ha detto...

ciao teacher....dopo la ns chiaccherata di ieri sn venuta a dare una sbirciatina ai tuoi piccoli capolavori....niente male davvero!!!!
sei pronta ad insegnarmi i trucchi del mestiere???
se è cosi rilassante come si dice allora penso sia il passatempo adatto ad una iperattiva come me!!!!
ci vediamo presto
baci iso

Alessia ha detto...

Ciao Iso!!!
Grazie per la visita e per il commento!
Vieni a trovarmi quando vuoi e... ti aspetto per iniziare le lezioni!!!
A presto, baci.

antonella.d ha detto...

Ciao, ho provato a fare le scarpine descritte nel libro di Mara Antonaccio ma ho trovato delle difficoltà: manca un pezzo di spiegazione della parte superiore del piede e poi la tomaia risulta troppo lunga... sono io un'impedita? qualcuna è riuscita a farle con successo? Uffa, erano così carine!
Grazie
Antonella

zaira ha detto...

sei geniale!

zaira ha detto...

sei geniale!